SE sei abbastanza coraggioso da fondare un fashion brand da solo, allora competi con Ludovico Liprandi!

Via 011express IG Account

SE guardo alla me di qualche anno fa, vedrei una ragazza molto confusa con così tante idee che le girano per la testa. Tra queste idee, c’era sicuramente quella di sviluppare un proprio brand da vestire. Ho sempre avuto questa idea nella testa, ma solo parlandone, capisco quanto sia difficile trasformarla in un progetto concreto.

SE pensi solo a quanto difficile sia disegnare un logo o trovare un nome per il brand che nessuno abbia già usato, potresti cambiare idea. E SE pensi a quanto complesso sia sviluppare un concetto interessante dietro a una collezione, saresti ancora convinto/a a fondare un brand?

Oggigiorno, non è una cosa facile da realizzare specialmente in un’industria così competitiva come quella della moda. Tuttavia, solo i più coraggiosi ci provano e riescono ad avere successo. Uno di questi che merita assolutamente di essere menzionato è Ludovico Liprandi, che all’età di 16 anni, ha coraggiosamente fondato 011express, il suo streetwear brand.

Via Ludovico Liprandi IG Account

SE non lo conosci e non conosci il suo brand ancora, devi assolutamente continuare a leggere la prossima intervista, interamente dedicata a lui. SE sei intenzionato/a a fondare un brand presto, devi ascoltare quello che Ludovico ha da dirci. Oltre ad essere così talentuoso e giovane, sta diventando anche un esperto nel suo business: sono ormai quattro anni che lavora attivamente nel settore moda e sono sicura che lui sia di aiuto ed ispirazione specialmente per quelli tra voi intenti ad aprire un’attività.

Intervista a Ludovico

Quanto tempo fa 011express è nato e come è venuta in mente l'idea?

Ad Ottobre sono 4 anni ormai e a me sembra già passata una vita in realtà. È nato tutto dal semplice desiderio di matchare una Yeezy Beluga con qualcosa di arancione. Non trovando nessuna felpa che soddisfacesse i miei gusti, decisi di farla produrre.

Il nome 011express è nato perché è il prefisso di Torino (la città da dove vengo) e dal momento che funzionava e era figo sui capi, abbiamo deciso di usarlo.

Da lì diciamo che è scoppiato un po’ il tutto, con il forte appoggio dei top nella scena trap del momento. Tra di loro, Charlie Charles su tutti e Dark Polo Gang subito dopo con molti altri trapper italiani.

È stato complicato sviluppare una linea di vestiti in un’industria così competitiva?

L’ultima cosa a cui pensammo fu l’industria in cui cercavamo di sfondare. E forse posso dirti che ciò ha rappresentato un po’ la nostra fortuna, considerando che siamo stati tra i primi brand di abbigliamento ad associarci alla scena trap in Italia. Tuttavia a 16 anni difficilmente ti rendi conto di cosa possa significare iniziare ad avere un minimo di visibilità in quel mercato lì.

Dal momento che hai un brand streetwear, quali sono le tue fondi di ispirazione principali?

In realtà non ho reali riferimenti in quanto a persone o creativi. Uno sguardo su tutto è sempre doveroso mantenerlo ma mi piace lasciarmi ispirare da ciò che vivo in quel preciso istante, che sia dall’altra parte del mondo o a due passi da casa. Sono un grande amante dell’arte contemporanea e non, per il resto i miei principali riferimenti nello streetwear sono in California e Giappone.

Per capire meglio i gusti di Ludovico nella streetwear, gli ho fatto un piccolo quiz sulle sue ispirazioni quotidiane per lo stile. SE vuoi vedere cosa gli piace di più, swipe a destra:

Disegni tu i vestiti o collabori con altri designers?

L’area creativa è in mano mia. Per quanto riguarda la realizzazione grafica ho la fortuna di collaborare con Alessio che è parte fondamentale del nostro progetto.

Qual è la collezione che hai sviluppato di cui sei più orgoglioso?

Se ne nominassi una sola mentirei. Come per gli artisti gli album rappresentano dei figli, direi che anche nella moda la metafora funziona.

Quali sono i 3 consigli che daresti a giovani che vogliono creare la propria linea di abbigliamento?

  1. Differenziare il prodotto in primis;
  2. costruire un business plan concreto e a lungo termine;
  3. e avere in mente davvero dove si vuole arrivare.

È stato difficile registrare il trademark per il brand?

No affatto, è registrato anche in UK.

Quali sono i tuoiobiettivi futuri? Vuoi diversificare il tuo brand in scarpe o altri accessori?

Mi piacerebbe arrivare nel mercato street della West Coast, sempre con il nostro concept. Abbiamo in mente diversi progetti che comprendano anche la sfera musicale, con la quale tra l’altro siamo nati. In quanto al settore accessori è da tempo tra i nostri progetti.

Quindi, SE ti sei interessato/a alla storia di Ludovico e del suo brand, devi assolutamente dare un’occhiata al suo e-commerce e agli accounts 011express che lascio qui sotto:

Dal momento che mi piace davvero lo stile 011express, ho scelto due magliette che sono tra le mie preferite:

Penso che la qualitò sia pazzesca e il tessuto così come i design su ogni maglietta sono curati nei dettagli. Ti garantisco che amerai queste magliette SE deciderai di comprare le mie stesse.

Tuttavia, dal momento che sono una fanatica di shopping, penso che acquisterò certamente altro da 011express. Nella mia wishlist, troverai lo 011express tappeto, la maglietta della nuova collezione 2020 e la hoodie grigia:

Questi sono tra i miei capi preferiti, ma sentiti libero/a di esplorare maggiormente il sito: https://www.011express.it e fare acquisti pazzi!!!

SE ti è piaciuto il post, resta connesso/a per i prossimi...

Rispondi